AVVISO PUBBLICO BUONI NIDO – ANNO EDUCATIVO 2023-2024

Dettagli della notizia

L’avviso pubblico ha come oggetto l’erogazione di Buoni servizio alle famiglie finalizzati all’abbattimento dei costi della retta di frequenza per l’accoglienza dei bambini (3-36 mesi) presso i servizi educativi nel territorio della Regione Lazio.

Data:

07 Settembre 2023

Tempo di lettura:

Descrizione

Assicurare le migliori condizioni educative, di socializzazione e di inclusione dei bambini e, al contempo, favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e sostenere le pre-condizioni necessarie per favorire la partecipazione dei soggetti che hanno la responsabilità genitoriale di un minore, e in particolare delle donne, al mercato del lavoro, così come stabilito nella raccomandazione (2008/867/CE) della CE sull’inclusione attiva.

È questa la finalità dell’avviso a valere sul Programma Fondo Sociale Europeo Plus (PR FSE+) 2021-2027 e rivolto ai nuclei familiari con minori. La misura si inserisce nell’ambito delle iniziative della Regione Lazio finalizzate ad accrescere la fruibilità del servizio di asilo-nido, in complementarità rispetto alle iniziative poste in essere dallo Stato (bonus asilo-nido).

In particolare, si mira ad intercettare quella fascia di utenza che non riesce ad accedere al servizio pubblico, per mancanza di posti disponibili, per assenza del servizio o per inconciliabilità rispetto alle proprie esigenze di vita quotidiana, dovendo, conseguentemente, far ricorso ai servizi privati sopportandone i relativi costi.

Nell’ambito del quadro strategico sopra delineato, il presente avviso è finalizzato a promuovere e sostenere forme di erogazione e fruizione flessibile dei servizi rivolti alla prima infanzia nel territorio laziale,

L’avviso pubblico ha come oggetto l’erogazione di Buoni servizio alle famiglie finalizzati all’abbattimento dei costi della retta di frequenza per l’accoglienza dei bambini (3-36 mesi) presso i servizi educativi nel territorio della Regione Lazio, accreditati ai sensi della DGR n. 903/2017 e ss.mm.ii. , o ai sensi della DGR n.964/20223 , o nelle more dell’accreditamento, per il periodo 1° settembre 2023 – 31 luglio 2024 (Anno Educativo 2023-2024).

In ragione dei tempi necessari per espletare le procedure relative all’accreditamento dei servizi educativi saranno ammesse domande riferite ad un minore iscritto ad un servizio educativo non ancora accreditato unicamente se quest’ultimo ha presentato richiesta di accreditamento entro la data di presentazione della domanda da parte del genitore richiedente e comunque entro e non oltre la data del 31 dicembre 2023.

Ammontare dei buoni servizio

Il valore del Buono servizio corrisponde al valore della retta mensile effettivamente pagata fino ad un massimo di € 400,00 mensili. La durata di validità dei buoni servizio coincide con la frequenza ai servizi educativi del presente avviso per l’anno educativo 2023-2024, per le 11 mensilità comprese tra il 01/09/2023 e il 31/07/2024.

I contributi saranno erogati direttamente ai richiedenti ammessi a fronte della rendicontazione delle spese sostenute per il pagamento delle rette mensili e di una frequenza mensile minima di 5 giorni.

Risorse disponibili

Le risorse disponibili per il presente Avviso ammontano complessivamente ad Euro 11.000.000.

I fondi sono trasferiti dalla Regione Lazio al R.T.I. Edenred Italia s.r.l. – Mbs s.r.l. che, in qualità di Organismo Intermedio (O.I.), è incaricata di erogare i buoni servizio.

La Regione Lazio si riserva la facoltà di ripianificare l’importo complessivo del presente Avviso.

Requisiti per la presentazione delle domande

Possono presentare domanda per il presente avviso coloro che hanno la responsabilità genitoriale (“richiedenti”) di un minore iscritto ad un servizio educativo accreditato o che abbia effettuato richiesta di accreditamento, nel territorio della Regione Lazio. Nel caso in cui il richiedente intenda usufruire dei buoni servizio per più di un minore, dovrà presentare una domanda per ciascuno di essi.

ATTENZIONE: le spese sostenute per il pagamento della retta di frequenza devono essere chiaramente riconducibili al soggetto richiedente ed alla struttura di servizio educativo.

Al momento della presentazione della domanda, il richiedente deve essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell’Unione Europea o di uno stato non facente parte dell’Unione Europea in possesso di regolare permesso di soggiorno CE (ai sensi del D.lgs 286/98 e ss.mm.ii.);
  • essere residente o domiciliato in uno dei Comuni della Regione Lazio;
  • avere la responsabilità genitoriale del minore destinatario del servizio per l’infanzia;
  • essere la persona che sostiene il pagamento delle spese relative al servizio educativo frequentato dal minore;
  • avere un ISEE (ultima certificazione ISEE in corso di validità alla data di presentazione della domanda) di importo pari o inferiore a 60.000 Euro.

Modalità e termini di presentazione delle domande

I richiedenti devono presentare domanda di partecipazione ai sensi del presente Avviso, redatta esclusivamente on-line accedendo all’apposita piattaforma efamily al seguente indirizzo http://buoninido.efamilysg.it

Si specifica che la domanda deve essere presentata dal richiedente che sostiene il pagamento della retta.

A pena di esclusione, la domanda, compilata in ogni sua parte e completa di tutta la documentazione richiesta, da allegare alla stessa in formato elettronico, debitamente firmata e scansionata in formato pdf o firmata digitalmente in formato p7m, deve essere inoltrata esclusivamente utilizzando la procedura informatica di invio telematico.

Si potrà procedere alla presentazione della domanda a partire dalle ore 15:00 del’11 settembre 2023.

La modalità di presentazione delle domande è “a sportello” e pertanto potranno essere presentate domande fino all’esaurimento delle risorse disponibili o fino al termine ultimo previsto, entro le ore 23:59 del 28 giugno 2024.

I richiedenti a cui è stato assegnato il buono potranno richiedere la liquidazione dei contributi corrispondenti ai buoni mensili riconosciuti rendicontando le spese sostenute per ciascuna mensilità, sempre tramite la piattaforma.

È possibile rendicontare e chiedere il rimborso anche di spese già sostenute, relative alle mensilità dell’Anno Educativo 2023-2024 precedenti alla data di presentazione della domanda, nel rispetto di quanto previsto dal presente avviso.

Sono previste tre tranche di rendicontazione e liquidazione dei contributi ed in particolare:

  • I tranche: per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2023 e rendicontate entro il 31 gennaio 2024;
  • II tranche: per le spese sostenute entro il 30 aprile 2024 e rendicontate entro il 31 maggio 2024;
  •  III tranche: per le spese sostenute entro il 31 agosto 2024 e rendicontate entro il 30 settembre 2024.

Contatti

  • Pubblicazione istruzioni e FAQ sul sito della S.G. efamily www.efamilysg.it e sul sito della Regione Lazio;
  • Contact center attivo 8 ore al giorno dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30 via mail all’indirizzo buoninido@efamilysg.it e telefonicamente al numero verde 800 279 948.

Documentazione di riferimento

Si informano i potenziali soggetti richiedenti che la Direttiva della Direzione regionale Istruzione, Formazione e Politiche per l’Occupazione (n. G04128 del 28/03/2023) ha approvato il sistema di regole di riferimento per l’attuazione e la rendicontazione delle attività cofinanziate con il Fondo Sociale Europeo (FSE), il Fondo Sociale Europeo plus (FSE+) e altri Fondi UE e nazionali.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ufficio Informazioni

L’introduzione degli Uffici per le Relazioni con il Pubblico (URP) nell’ ordinamento italiano si colloca nella più ampia cultura della trasparenza amministrativa e nella crescente attenzione verso la qualità dei servizi ed il rapporto istituzioni-cittadini. Il decreto legislativo 3 Febbraio 1993, n. 29, all’art.12 (ora art.11 d.lgs. 30 Marzo 2001, n. 165), infatti, istituisce gli URP rispondendo alla duplice esigenza, espressa dalle precedenti leggi n. 241 e n. 142 del 1990, di garantire la trasparenza amministrativa e la qualità dei servizi, e di fornire uno strumento organizzativo adeguato alle esigenze di attuazione delle funzioni di comunicazione istituzionale e contatto con i cittadini.

Via IV Novembre

Ultimo aggiornamento: 07/09/2023, 00:37

Skip to content